PAES e Patto dei Sindaci

Il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori. Attraverso il loro impegno i firmatari del Patto intendono raggiungere e superare l’obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020.

Sulla scia dell’ambizioso pacchetto “Clima ed energia”, dove l’Unione Europea si impegna unilateralmente, entro il 2020, a ridurre le proprie emissioni di CO2 di almeno il 20% rispetto ai valori del 1990, nel 2008 la Commissione europea ha lanciato il Patto dei Sindaci, aperto alle città europee di ogni dimensione, con la finalità di coinvolgere le città e i cittadini nello sviluppo della politica energetica dell’Unione.

Ecco le tre fasi salienti:

FASE 1: Firma del Patto dei Sindaci

  • Creazione di adeguate strutture amministrative
  • Sviluppo dell’Inventario di Base delle Emissioni e del P.A.E.S.

FASE 2 : Presentazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile ( P.A.E.S.)

  • Attuazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile
  • Monitoraggio dell’avanzamento

FASE 3 : Presentazione periodica dei Rapporti di attuazione

Il Comune di Santo Stefano Ticino ha aderito al Patto dei Sindaci nel 2009 con Delibera di Giunta Comunale n°15 del 30.1.2009 ratificata con Delibera di Consiglio Comunale n° 15 del 12.10.2009 ed ha adottato il P.A.E.S. con Delibera di Giunta Comunale n°111 del 19.11.2011 e con Delibera di Consiglio Comunale n° 29 del 19.12.2011.

Attualmente il Comune di Santo Stefano Ticino è alla Fase 2 – “ Monitoraggio dell’avanzamento”.